News

 

 

  • Corte costituzionale in materia di appalti pubblici: è legittima la limitazione delle riserve al 20%

    09/06/2021

    La Corte Costituzionale, con sentenza n. 109 del 2021, ha dichiarato la non fondatezza, in riferimento agli artt. 3, 24, 41 e 97 Cost., delle questioni di legittimità costituzionale dell’art. 240-bis, comma 1, del d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163, nella parte in cui prevede che l’importo complessivo delle riserve non può in ogni caso essere superiore al 20% dell’importo contrattuale, poich...

  • I nudi proprietari di quote di s.r.l. non sono assoggettabili all’imposta di donazione

    09/06/2021

    La Commissione tributaria regionale del Lazio, con sentenza n. 1534 del 16 marzo 2021, ha affermato che i donatari della nuda proprietà di quote di partecipazione di controllo di una società a responsabilità limitata non sono assoggettabili alla imposta di donazione....

  • In caso di morte di un condomino nella piscina condominiale: il condominio è responsabile ex 2051c.c.

    01/06/2021

    La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 13595 del 19 maggio 2021, ha riconosciuto la responsabilità da custodia in capo al Condominio, obbligato ad adottare tutte le misure necessarie affinché le cose comuni non rechino pregiudizio ad alcuno, e pertanto responsabile dei danni originati da parti comuni dell'edificio e dagli accessori e pertinenze, ivi ricompresa (anche) la piscina condominial...

  • Telefono di colore diverso rispetto a quello voluto: non è grave inadempimento

    01/06/2021

    La Corte di Cassazione con una recentissima ordinanza del 24 maggio 2021, n. 14106, ha escluso che un telefono di colore diverso, consegnato in sostituzione di quello non funzionante, della medesima marca e modello, possa essere qualificato come prodotto difettoso; ciò in quanto, anche se di colore diverso, rimane idoneo all'uso al quale era destinato e non privo delle qualità promesse ai sen...

  • L’assenteismo è un inadempimento “a formazione progressiva” e incide gravemente sul rapporto di fiducia tra lavoratore e datore.

    19/05/2021

    La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza del 4 maggio n. 11635, ha stabilito che, il comportamento assenteista del dipendente, anche prima della c.d. “riforma Madia”, determina una grave forma di responsabilità disciplinare per scarso rendimento, che costituisce un inadempimento contrattuale di durata e plurisussistente. In tali casi, il termine per l’avvio del procedimento d...

  • Il concorso di colpa del danneggiato deve essere motivato.

    19/05/2021

    La Corte di Cassazione, con ordinanza del 7 maggio 2021, n. 12166, ha ritenuto che, la valutazione della condotta rilevante, ai sensi dell'art. 1227, comma 1 c.c., e la determinazione del grado delle colpe concorrenti presuppone la valutazione complessiva dei fatti e dell'efficienza causale del comportamento colposo di ciascuno dei corresponsabili, solamente in tal caso può ritenersi dal giudi...

  • Recenti orientamenti in tema di servitù apparente

    13/05/2021

    La Corte di Cassazione, con ordinanza del 6 maggio 2021, n. 11834, ha stabilito che, il requisito dell'apparenza della servitù, necessario ai fini del relativo acquisto per usucapione o per destinazione del padre di famiglia, si configura come presenza di segni visibili di opere permanenti obiettivamente destinate al suo esercizio e rivelanti, in modo non equivoco, l'esistenza del peso gravant...

  • Il contratto di locazione ad uso abitativo verbale e non registrato è affetto da nullità relativa.

    13/05/2021

    La Corte di cassazione, con sentenza del 9 aprile 2021, n. 9475, ha affermato che la stipula del contratto in forma verbale e la connessa mancata registrazione sono da ritenersi causa di nullità relativa del contratto, come tale azionabile solo dal conduttore e non anche dal locatore. Trattandosi di una nullità relativa, la stessa non è rilevabile d’ufficio dal giudice. ...

  • L’assegno di mantenimento spetta al figlio solo se così statuito da un provvedimento del Giudice.

    03/05/2021

    La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 9700 del 13 aprile 2021, ha previsto che il pagamento dell’assegno di mantenimento, non più in favore della madre bensì direttamente al figlio, non può essere validamente stabilito da un accordo delle parti, ma, al contrario, deve essere disposto da un provvedimento giudiziario. Un uomo è stato quindi condannato a corrispondere alla ex moglie l’i...

  • In caso di manutenzione straordinaria, se la delibera interviene prima della vendita le spese gravano sul venditore.

    03/05/2021

    La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 11199 del 28 aprile 2021, ha ritenuto che, verificandosi l'alienazione di una porzione esclusiva posta nel condominio in seguito all'adozione di una delibera assembleare, antecedente alla stipula dell'atto traslativo, volta all'esecuzione di lavori consistenti in innovazioni, straordinaria manutenzione o ristrutturazione, ove non sia diversamente convenu...

  • Ancora sulla revoca del decreto ingiuntivo opposto in mancanza della mediazione obbligatoria.

    28/04/2021

    La Corte d’Appello di Roma, con sentenza del 4 marzo 2021 ha dato applicazione al principio stabilito dalle recenti Sezioni Unite (18 settembre 2020, n. 19596) in materia di improcedibilità dell’opposizione del decreto ingiuntivo in mancanza della mediazione obbligatoria, decidendo su un’impugnazione proposta avverso la sentenza dichiarativa dell’improcedibilità dell’opposizione a d...

  • Infezioni da emotrasfusione: è la struttura sanitaria che deve provare di aver operato diligentemente.

    28/04/2021

    La Corte di Cassazione, con ordinanza del 22 aprile 2021, n. 10592 ha stabilito che, nella controversia tra il paziente che assuma di avere contratto un’infezione in conseguenza di una emotrasfusione, e la struttura sanitaria ove quest'ultima venne eseguita, non è onere del primo allegare e provare che l'ospedale abbia tenuto una condotta negligente o imprudente nella acquisizione e nella pe...

Ricerca

 

 

 
Click to view our video