News

 

 

  • La revoca del mandato al difensore non interrompe il processo amministrativo.

    27/11/2020

    Il Tar Emilia Romagna, sez. I, sentenza 20 ottobre 2020, n. 184 ha stabilito che, la rinuncia al mandato da parte del difensore, ovvero la revoca da parte del conferente, non fa perdere al difensore rinunciante o revocato lo ius postulandi e la rappresentanza legale del cliente per tutti gli atti del processo, fino a quando non si sia provveduto alla sua sostituzione con altro difensor...

  • Il C.T.U. ha diritto alla liquidazione del compenso se la ricusazione è tardiva.

    27/11/2020

    La Corte di Cassazione, con sentenza del 19 novembre 2020, n. 26358, ha stabilito che, all'adozione di un provvedimento di ricusazione del consulente tecnico, assunto fuori dal termine prescritto, non consegue alcuna nullità positivamente prevista, sussiste il diritto del C.T.U. alla liquidazione del compenso nell’ambito del procedimento speciale ai sensi dell’art 15, D.Lgs. n. 150/11....

  • Negotium mixtum cum donatione e negozio simulato

    05/11/2020

    La Corte di Cassazione, sez.II, con sentenza del 30 ottobre 2020, n. 204040, ha stabilito che con il negozio mixtum cum donatione, le parti addivengono ad una donazione indiretta valendosi del negozio che esse dichiarano di porre in essere, e che effettivamente stipulano, per ottenere uno scopo che diverge dalla causa o funzione tipica del negozio medesimo, mentre nella simulazione rel...

  • Il parametro del tenore di vita dell’assegno di mantenimento in sede di separazione dei coniugi è estraneo all’assegno divorzile

    05/11/2020

    La Corte di Cassazione, con sentenza n. 23482 del 27 ottobre 2020 ha ribadito che, in materia di assegno di mantenimento da determinarsi in sede di separazione personale dei coniugi, l’adeguatezza dei redditi rileva ai fini della conservazione del tenore di vita goduto in costanza di matrimonio, secondo un parametro che è estraneo alla fissazione dell’assegno divorzile, che deve, invece, e...

  • È abuso del processo la riconvenzionale pretestuosa.

    28/10/2020

    La Corte di Cassazione, con ordinanza del 19 ottobre 2020, n. 22652, ha ritenuto che costituisce abuso del processo la domanda riconvenzionale proposta dall'amministrazione, che imputi al difensore di non essersi costituito tempestivamente, ciò pur avendo piena disponibilità della documentazione comprovante l'impossibilità di formalizzare in tempo la costituzione in giudizio e di proporre ri...

  • I comportamenti molesti del conduttore nei confronti dei vicini configurano inadempimento contrattuale per abuso della cosa locata ex art. 1587 c.c.

    28/10/2020

    La Corte di Cassazione, con ordinanza del 20 ottobre 2020, n. 22860, ha chiarito che il comportamento del conduttore che molesta i vicini costituisce inadempimento contrattuale per abuso della cosa locata ex art. 1587 c.c. nei confronti del locatore, dovendo questo rispondere verso gli altri inquilini per fatto proprio, ove tolleri tali molestie. L’inadempimento, inoltre, può essere...

  • Locazione commerciale: è rinunciabile l’eccezione di compensazione sul deposito cauzionale

    20/10/2020

    La Corte di Cassazione, con ordinanza del 1° ottobre 2020, n. 20975, ha stabilito che, nel contratto di locazione ad uso commerciale è legittimo pattuire la rinuncia del conduttore all'eccezione di compensazione in riferimento al deposito cauzionale, poiché non sussiste alcuna “parte debole” meritevole di particolare tutela....

  • Licenziamento disciplinare: è ammissibile l’audizione dopo aver presentato giustificazioni scritte

    20/10/2020

    La Corte di Cassazione, con sentenza n. 19846 del 22 settembre 2020, ha affermato che, in tema di sanzioni disciplinari, deve essere riconosciuta al lavoratore la possibilità di piena esplicazione del diritto di difesa e, quindi, anche la possibilità, dopo avere presentato giustificazioni scritte senza formulare alcuna richiesta di audizione orale, di maturare “un ripensamento” circa la m...

  • La sentenza che non dà atto dell’avvenuto deposito di conclusionali e repliche non è affetta da nullità

    13/10/2020

    La Corte di Cassazione, con propria ordinanza del 30 settembre 2020, n. 20754 ha ritenuto che, la circostanza che nella sentenza definitiva non si dia atto dell'avvenuto deposito della comparsa conclusionale e della memoria di replica non vale ad escludere che tali atti - depositati anteriormente all'udienza di discussione - siano stati comunque esaminati in sede di decisione, di talché risult...

  • Novel Foods: la recente decisione della Corte di Giustizia Europea

    13/10/2020

    La Corte di Giustizia Europea, III Sezione, con la recentissima sentenza del 1° ottobre 2020 nella causa C-526/19, ha stabilito che l’art. 1 par. 2, lett a) del vecchio regolamento (CE) 258/97, applicabile ratione temporis al procedimento, deve essere interpretato nel senso che gli alimenti costituiti da animali interi destinati al consumo, ivi compresi gli insetti interi, non rient...

  • L’obbligo di repêchage non va indicato nella lettera di licenziamento

    06/10/2020

    La Corte di Cassazione, con sentenza n. 16795 del 6 agosto 2020 afferma che il datore di lavoro ha l'obbligo di comunicare per iscritto i motivi del recesso, ma non è tenuto ad esporre specificamente tutti gli elementi di fatto e di diritto a base del provvedimento, essendo invece sufficiente che indichi la fattispecie di recesso nei suoi tratti e circostanze essenziali, così che in sede di i...

  • Nullità del contratto preliminare se la garanzia fideiussoria è inferiore alla caparra

    06/10/2020

    La Corte di Cassazione, Sez. II, con l’Ordinanza n. 19510/2020 ha sancito la nullità del contratto preliminare qualora la garanzia fideiussoria, ex art. 2 del D. Lgs. 20/06/2005, n. 122, sia stata rilasciata dal costruttore per un importo inferiore rispetto alle somme versate dal promittente acquirente a titolo di caparra senza che i lavori fossero stati ultimati. Nel caso di compra...

Ricerca

 

 

 
Click to view our video