News

 

 

  • Locazione commerciale: è rinunciabile l’eccezione di compensazione sul deposito cauzionale

    20/10/2020

    La Corte di Cassazione, con ordinanza del 1° ottobre 2020, n. 20975, ha stabilito che, nel contratto di locazione ad uso commerciale è legittimo pattuire la rinuncia del conduttore all'eccezione di compensazione in riferimento al deposito cauzionale, poiché non sussiste alcuna “parte debole” meritevole di particolare tutela....

  • Licenziamento disciplinare: è ammissibile l’audizione dopo aver presentato giustificazioni scritte

    20/10/2020

    La Corte di Cassazione, con sentenza n. 19846 del 22 settembre 2020, ha affermato che, in tema di sanzioni disciplinari, deve essere riconosciuta al lavoratore la possibilità di piena esplicazione del diritto di difesa e, quindi, anche la possibilità, dopo avere presentato giustificazioni scritte senza formulare alcuna richiesta di audizione orale, di maturare “un ripensamento” circa la m...

  • La sentenza che non dà atto dell’avvenuto deposito di conclusionali e repliche non è affetta da nullità

    13/10/2020

    La Corte di Cassazione, con propria ordinanza del 30 settembre 2020, n. 20754 ha ritenuto che, la circostanza che nella sentenza definitiva non si dia atto dell'avvenuto deposito della comparsa conclusionale e della memoria di replica non vale ad escludere che tali atti - depositati anteriormente all'udienza di discussione - siano stati comunque esaminati in sede di decisione, di talché risult...

  • Novel Foods: la recente decisione della Corte di Giustizia Europea

    13/10/2020

    La Corte di Giustizia Europea, III Sezione, con la recentissima sentenza del 1° ottobre 2020 nella causa C-526/19, ha stabilito che l’art. 1 par. 2, lett a) del vecchio regolamento (CE) 258/97, applicabile ratione temporis al procedimento, deve essere interpretato nel senso che gli alimenti costituiti da animali interi destinati al consumo, ivi compresi gli insetti interi, non rient...

  • L’obbligo di repêchage non va indicato nella lettera di licenziamento

    06/10/2020

    La Corte di Cassazione, con sentenza n. 16795 del 6 agosto 2020 afferma che il datore di lavoro ha l'obbligo di comunicare per iscritto i motivi del recesso, ma non è tenuto ad esporre specificamente tutti gli elementi di fatto e di diritto a base del provvedimento, essendo invece sufficiente che indichi la fattispecie di recesso nei suoi tratti e circostanze essenziali, così che in sede di i...

  • Nullità del contratto preliminare se la garanzia fideiussoria è inferiore alla caparra

    06/10/2020

    La Corte di Cassazione, Sez. II, con l’Ordinanza n. 19510/2020 ha sancito la nullità del contratto preliminare qualora la garanzia fideiussoria, ex art. 2 del D. Lgs. 20/06/2005, n. 122, sia stata rilasciata dal costruttore per un importo inferiore rispetto alle somme versate dal promittente acquirente a titolo di caparra senza che i lavori fossero stati ultimati. Nel caso di compra...

  • Le Sezioni Unite sulla mediazione obbligatoria nei giudizi di opposizione a decreto ingiuntivo

    28/09/2020

    La Corte di Cassazione, a Sezioni Unite, con sentenza del 18 settembre 2020, n. 19596 ha enunciato il principio secondo il quale, nelle controversie soggette a mediazione obbligatorie, ai sensi del d.lgs. n. 28 del 2010, art. 5, comma 1-bis, i cui giudizi vengano introdotti con un decreto ingiuntivo, una volta instaurato il relativo giudizio di opposizione e decise le istanze di concessione o s...

  • Nullità virtuale del contratto ed efficacia confessoria delle dichiarazioni in esso contenute

    28/09/2020

    La Corte di Cassazione, con ordinanza del 22 settembre 2020, n. 19755 ha stabilito che la nullità del contratto per contrarietà a norme imperative ne travolge le clausole, ma non le eventuali dichiarazioni di scienza o di volontà in esso contenute. La Suprema Corte, nel caso deciso dalla sentenza, ha ritenuto che la dichiarazione di nullità di un contratto di vendita non travolge di per s...

  • Covid - 19: la Corte di Cassazione promuove la rinegoziazione obbligatoria

    22/09/2020

    L’Ufficio del massimario della Suprema Corte, in data 8 luglio 2020, ha pubblicato una relazione tematica avente ad oggetto le novità normative derivate dall’emergenza Covid-19 in ambito contrattuale e concorsuale. Dopo aver analizzato i recenti interventi emergenziali in relazione ai tradizionali rimedi codicistici, che, come noto, hanno prevalentemente natura “demolitoria”, l...

  • La diffida amministrativa per la violazione delle norme agro-alimentari alla luce del D.L. 76/2020 convertito.

    22/09/2020

    L’11 settembre 2020, il D.L. 76/2020 c.d. “Semplificazioni” è stato convertito, con modificazioni, nella L. 120/2020. All’art. 43, comma 3, sono state introdotte una serie di disposizioni che hanno profondamente innovato la disciplina della diffida amministrativa per le violazioni delle norme agro-alimentari, prevista dall’art. 1, comma 3 del D.L. 91/2014. In particol...

  • Accordi bilaterali UE - Cina per la tutela dei prodotti alimentari.

    14/09/2020

    Oggi, 14 settembre 2020, è stato firmato un accordo bilaterale tra l’Unione europea e la Repubblica Popolare Cinese per «proteggere da usurpazioni e imitazioni 100 indicazioni geografiche europee in Cina e 100 indicazioni geografiche cinesi nell’Unione Europea». Questo accordo, concluso per la prima volta nel novembre 2019, dovrebbe generare vantaggi commerciali reciproc...

  • Applicabilità ratione temporis delle previsioni sul rito appalti introdotte dall’art. 4 del d.l. n. 76/2020

    14/09/2020

    Il T.a.r., sez. II, n. 9044 ha stabilito che le previsioni normative introdotte dall’art. 4 del decreto legge 16 luglio 2020, n. 76 hanno natura processuale e sono applicabili, secondo il generale principio del tempus regit actum, alle controversie soggette al c.d. rito appalti chiamate in decisione nelle udienze cautelari calendarizzate in una data successiva alla loro entrata in v...

Ricerca

 

 

 
Click to view our video