News

 

 

  • Corte di Giustizia UE: sulle nozioni di “atto pubblico” e di “decisione”

    04/06/2019

    La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, nella sentenza del 23.5.2019, nella causa C‑658/17, ha stabilito che l’articolo 3, paragrafo 1, lettera i), del regolamento n. 650/2012 deve essere interpretato nel senso che l’atto di certificazione della successione, come quello di cui trattasi nel procedimento principale, redatto dal notaio su domanda concorde di tutte le parti del procedim...

  • Responsabilità da reato degli enti ex D.Lgs. 231/2001: ammissibile la costituzione di parte civile

    04/06/2019

    La possibilità di esperire l'azione civile nel processo penale pendente a carico dell'ente, ai sensi del D.Lgs. n. 231/2011 è – a causa del silenzio del legislatore sul punto – uno dei temi maggiormente controversi tra quelli concernenti i profili processuali del sistema normativo relativo alla responsabilità amministrativa da reato delle persone giuridiche. Il GUP di Trani, nell...

  • Il diritto del consumatore al ripristino della conformità del bene senza spese, entro un lasso di tempo ragionevole, e senza notevoli inconvenienti

    28/05/2019

    La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, nella sentenza del 23.5.2019, nella causa C‑52/18, ha stabilito che l’articolo 3, paragrafo 3, della direttiva 1999/44/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 maggio 1999, su taluni aspetti della vendita e delle garanzie dei beni di consumo, deve essere interpretato nel senso che gli Stati membri restano competenti a determinare il luog...

  • Infortunio occorso al lavoratore: profili di responsabilità del datore di lavoro

    28/05/2019

    In assenza di una regola cautelare violata che possa ricollegarsi ad un evento infortunistico, se è stato accertato che il lavoratore era stato dotato dal datore di lavoro dei necessari presidi di sicurezza nonché formato in maniera adeguata, non si può addebitare al datore di lavoro la responsabilità di quanto accadutogli.  La Corte di Cassazione, Sez Pen, IV, nella sentenza n. 19...

  • Appalti pubblici: la mancata indicazione separata dei costi della manodopera

    21/05/2019

    La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, nel caso C 309/18, ha affrontato il tema delle conseguenze di cui alla mancata indicazione separata dei costi della manodopera in un’offerta economica. Nella sentenza del 3.5.19, i giudici hanno sancito che i principi della certezza del diritto, della parità di trattamento e di trasparenza, quali contemplati nella direttiva 2014/24/UE del ...

  • Responsabilità da reato degli enti ex d.lgs. 231/2001: l’efficacia liberatoria

    21/05/2019

    Con sentenza n. 18842 del 6 maggio u.s. la Corte di Cassazione ha avuto modo di ribadire che in tema di responsabilità delle persone giuridiche, accertata la commissione di determinati reati da parte delle persone fisiche che esercitano funzioni apicali, che abbiano agito nell'interesse o a vantaggio delle società, incombe sui predetti enti l'onere, con effetti liberatori, di dimostrare di av...

  • Locazione commerciale: recesso anticipato per crisi aziendale del conduttore imprenditore

    14/05/2019

    La crisi dell’azienda del conduttore è un motivo legittimante il recesso anticipato dal contratto di locazione ad uso non abitativo: questo principio è stato stabilito dalla Cassazione Civile, Sez. III, nella sentenza 28 febbraio 2019, n. 5803. La Suprema Corte ha chiarito che, in caso di recesso del conduttore dal contratto di locazione, i gravi motivi di cui alla L. n. 392 del 197...

  • La responsabilità dell’hosting provider

    14/05/2019

    La Cass. Civ., Sez. I, nella sentenza n. 7708 del 19.3.2019, ha stabilito che nell'ambito dei servizi della società dell'informazione, la responsabilità del cd. caching, prevista dall'art. 15 del d.lgs. n. 70 del 2003, sussiste in capo al prestatore dei servizi che non abbia provveduto alla immediata rimozione dei contenuti illeciti, pur essendogli ciò stato intimato dall'ordine...

  • Vizi della cosa venduta: la ripartizione dell’onere della prova

    07/05/2019

    L’art. 1490 c.c. prevede che Il venditore è tenuto a garantire che la cosa venduta sia immune da vizi che la rendano inidonea all'uso a cui è destinata o ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore. Con la sentenza n. 11748 del 3 maggio 2019, le Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione Civile hanno stabilito che, in materia di garanzia per i vizi della cosa venduta di cui ...

  • Manifesta insussistenza del fatto posto a base del licenziamento per motivo oggettivo: la reintegrazione è l'unica tutela applicabile

    07/05/2019

    Con la sentenza n. 7167 del 13 marzo 2019 la Corte di Cassazione è intervenuta per chiarire la questione delle tutele applicabili al lavoratore licenziato, ai sensi dell'art. 18 Stat. Lav., in caso di manifesta insussistenza del fatto posto a fondamento del licenziamento per ragioni oggettive. La Suprema Corte ha affermato che l'espressione "può altresì applicare", di cui all'art. 18...

  • La class action è in Gazzetta ma l’entrata in vigore è posticipata di un anno

    30/04/2019

    Nella Gazzetta Ufficiale n. 92 del 18 aprile 2019 è stata inserita la Legge n. 31 del 12 aprile 2019 recante “Disposizioni in materia di azioni di classe”. L’azione collettiva, procedimento che fino ad oggi era parte solo del Codice del Consumo, troverà collocazione in un nuovo Titolo VIII bis del Codice di Procedura Civile, rubricato “dei procedimenti collet...

  • Partecipazione alla gara pubblica come Raggruppamento verticale o orizzontale

    30/04/2019

    L’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato ha riconosciuto la possibilità per le imprese raggruppate in forma “orizzontale” o “verticale” di indicare le “parti” del servizio da ciascuna rispettivamente assunte in termini contenutistici e/o quantitativi (cfr. Adunanza Plenaria n. 12 del 2012). Il Consiglio di Stato, sez. III, nella sentenza del 24 aprile 2019, n. 2641 ha o...

Ricerca

 

 

 
Click to view our video