News

 

 

  • Le clausole non immediatamente lesive per il concorrente sono impugnate con l’aggiudicazione

    03/07/2018

    Con Sentenza n. 1378 del 31 maggio 2018, il TAR Lombardia ha precisato che sono autonomamente impugnabili le clausole del bando di gara che, in quanto impeditive della partecipazione alla gara, sono immediatamente lesive dell’interesse del potenziale concorrente. Le clausole che stabiliscono il criterio di aggiudicazione dell’appalto, invece, possono essere impugnate soltanto con l...

  • La diffida ad adempiere deve essere fatta alla parte che è già inadempiente

    03/07/2018

    Con Sentenza n. 15052 depositata in data 11 giugno 2018, la Corte di Cassazione ha ribadito che la diffida ad adempiere deve essere fatta soltanto alla parte che è già inadempiente. Pertanto, la diffida non può essere intimata prima della scadenza del termine di esecuzione del contratto. Nel caso di specie, la Corte d’Appello aveva riconosciuto l’avvenuta risoluzione di diritto d...

  • Infortuni sul lavoro: interruzione del nesso fra condotta del datore di lavoro ed evento lesivo

    25/06/2018

    Con Sentenza n. 22034 del 18 maggio 2018, la Corte di Cassazione ha precisato che, in merito all’adozione di misure di prevenzione degli infortuni sul lavoro, il datore di lavoro è esonerato da responsabilità quando il comportamento del proprio dipendente sia imprevedibile e comunque posto in essere in un ambito estraneo rispetto alle mansioni affidategli. A detta della Corte, deve ...

  • Appalti pubblici: l’attribuzione di un mero punteggio può non soddisfare l’obbligo motivazionale

    25/06/2018

    Con Sentenza n. 3301 del 1° giugno 2018, il Consiglio di Stato ha precisato che, nel confronto a coppie, la motivazione di un’aggiudicazione può ritenersi insita nei punteggi purché il bando contenga criteri di valutazione che consentano di risalire dalla ponderazione numerica alla valutazione ad essa sottesa. Nel caso in esame, ciascuno dei quattro parametri valutativi si articola...

  • Il giudizio successivo all’opposizione agli atti esecutivi per crediti ordinari è introdotto con citazione

    18/06/2018

    Con Ordinanza n. 12035 del 16 maggio 2018, la Corte di Cassazione ha chiarito che se l'opposizione agli atti esecutivi ha ad oggetto un credito ordinario (e non un credito di lavoro), l’introduzione del successivo giudizio di merito deve avvenire con citazione e non con ricorso. Nel caso di specie, il difensore in favore del quale il Giudice del lavoro aveva disposto il pagamento degl...

  • Pubblicate le Linee Guida ANAC in materia di “offerta economicamente più vantaggiosa”

    18/06/2018

    Nella Gazzetta Ufficiale n. 120 del 25 maggio 2018, è stata pubblicata la Delibera dell’Autorità Nazionale Anti-Corruzione (ANAC) del 2 maggio 2018 con la quale sono state aggiornate le Linee Guida n. 2, di attuazione del Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti «Offerta economicamente più vantaggiosa». Con la Delibera, si invitano le Stazioni appaltanti a definire in m...

  • La Corte Costituzionale amplia le ipotesi di compensazione delle spese di lite

    11/06/2018

    In tema di spese processuali nel giudizio civile, il Giudice condanna la parte soccombente al rimborso delle spese in favore dell’altra. A tal proposito, con Sentenza n. 77 depositata il 19 aprile 2018, la Corte Costituzionale ha ritenuto fondata la questione di legittimità costituzionale attinente alla mancata previsione del potere del Giudice, in caso di soccombenza totale, di comp...

  • La fattura non contestata può costituire prova del contratto

    11/06/2018

    La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 11736 del 15 maggio 2018, ha precisato che la fattura commerciale, che è unilateralmente formata e che ha la funzione di far risultare elementi relativi all'esecuzione di un contratto, consiste nella dichiarazione indirizzata all'altra parte di fatti concernenti un rapporto già costituito. Pertanto, laddove – come nel caso di specie - tale rap...

  • Il caso Messi: la fama del proprietario del marchio esclude la confusione

    22/05/2018

    Con Sentenza del 26 aprile 2018 resa nel procedimento T-554/14, il Tribunale dell'Unione europea ha stabilito che il celebre calciatore Messi può registrare il marchio "MESSI" per abbigliamento sportivo. Ciò, nonostante l'opposizione da parte della proprietaria dell’assai simile marchio "MASSI", già registrato per prodotti analoghi. A tal proposito, il Tribunale dell'Unione europea...

  • Documento di Gara Unico Europeo ora disponibile soltanto in formato elettronico

    22/05/2018

    Il Documento di Gara Unico Europeo (DGUE) è un’autodichiarazione con la quale l'operatore economico fornisce alla Stazione appaltante, in sostituzione dei certificati rilasciati da autorità pubbliche o da terzi, la prova documentale preliminare della sussistenza di determinati requisiti. Con un comunicato del 30 marzo 2018, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha ricor...

  • Il datore di lavoro risponde del danno causato al lavoratore da cose che il datore ha in custodia

    08/05/2018

    L’art. 2087 del Codice civile prevede, a carico del datore di lavoro, un generale obbligo di garantire la sicurezza del lavoratore. A sua volta, l’art. 2051 del Codice civile, stabilisce che “(c)iascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito”. In un caso in cui un lavoratore era rimasto ferito dall’esplosion...

  • La parte che eccepisce la prescrizione ha l’onere di specificarne la tipologia

    08/05/2018

    Con Sentenza n. 10322 del 30 aprile 2018, la Corte di Cassazione ha precisato che la parte che eccepisce in giudizio la prescrizione ha l'onere di specificare la tipologia di prescrizione eccepita, non anche la durata del termine prescrizionale. Nel caso in esame, una parte lamentava che il Tribunale e la Corte d’Appello avessero rilevato la prescrizione quinquennale ex art. ...

Ricerca

 

 

 
Click to view our video