News

 

 

  • Gare d’appalto: condanne penali rilevanti ai fini dell’esclusione dalla gara

    13/11/2018

    Il Consiglio di Stato nella Sentenza n. 6061 del 22 ottobre 2018 ha stabilito che tra le condanne rilevanti ai sensi dell’art. 80, comma 3 del Codice dei Contratti Pubblici, ai fini dell’esclusione dalla gara, vanno incluse non solo quelle specificamente elencate ai commi 1 e 2 della norm...

  • Lavoro: gli scatti di anzianità sono un diritto indisponibile

    13/11/2018

    L'anzianità di servizio è un diritto indisponibile e quindi non suscettibile di rinuncia da parte del lavoratore. Così si è espressa la Cassazione con la recente sentenza n. 25315/2018, chiamata a pronunciarsi sul ricorso di alcuni lavoratori che, in sede di conciliazione amministrativa con l'azienda datrice, avevano rinunciato agli scatti di anzianità.   In particolare, il Suprem...

  • La notifica non è nulla se il nome dell’avvocato è errato

    06/11/2018

    La Corte di Cassazione, con l’ordinanza del18 ottobre 2018, n. 26260, ha stabilito che, con riguardo alle notifiche effettuate al procuratore della Parte, l’erronea indicazione del prenome di questi non è causa di nullità della notificazione. È parere dei Giudici della Suprema Corte che la notifica debba comunque ritenersi perfezionata ai sensi del secondo comma dell’articolo 1...

  • Mediazione: la conclusione dell’affare e diritto alla provvigione

    06/11/2018

    L'art. 1754 c.c. definisce "mediatore" colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, senza essere legato ad alcuna di esse da rapporti di collaborazione, di dipendenza o di rappresentanza. Il mediatore ha diritto alla provvigione da ciascuna delle parti, se l'affare è concluso per effetto del suo intervento. La Corte di Cassazione, sez. II, con l’...

  • Reato di omesso versamento IVA anche dopo la domanda di concordato preventivo

    29/10/2018

    In tema di omesso versamento IVA, l'ammissione alla procedura di concordato preventivo, anche se antecedente alla scadenza del termine previsto per il versamento dell'imposta, non esclude il reato previsto dall'art. 10 ter d.lgs. 10 marzo 2000, n. 74 in relazione al debito IVA scaduto e da versare. È questo quanto stabilito da Cassazione Penale, Sezione III, con sentenza n. 13744/2018...

  • Nel processo amministrativo l’annullamento con rinvio è possibile solo in casi tassativi

    29/10/2018

    L’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato, con sentenza n. 15/2018, ha ribadito l’inderogabilità dei casi di annullamento con rinvio della sentenza di primo grado, previsti dall’art. 105 c.p.a. Tra questi, rileva la Corte, non rientra l’erronea declaratoria d’inammissibilità del ricorso per difetto di interesse. Il giudice d’Appello, tuttavia, può riqualificare il dispos...

  • Contratti con la Pubblica Amministrazione: il fornitore versa l'Iva quando incassa il corrispettivo

    23/10/2018

    In tema di Iva, il d.P.R. 633/1972 (art. 6, c. 5) stabilisce che per le cessioni di beni e prestazioni di servizi svolte a favore dello Stato o di enti pubblici, l'imposta diviene esigibile all'atto del pagamento dei relativi corrispettivi. La Cassazione civile, sezione tributaria, con l’ordinanza n. 24454 del 5.10.2018 ha stabilito che con il termine "pagamento dei corrispettivi" deb...

  • È sufficiente la motivazione del Giudice che richiama le conclusioni del C.T.U.

    23/10/2018

    Secondo la recente sentenza della Corte di Cassazione n. 21504 del 13 settembre 2018, ove il Giudice di merito riconosca convincenti le conclusioni del consulente tecnico d’ufficio, non è tenuto ad esporre in modo specifico le ragioni del suo convincimento, poiché l’obbligo della motivazione risulta già assolto con l’indicazione delle fonti dell’apprezzamento espresso, dalle quali po...

  • Appalti: la mancata pubblicità delle sedute di gara vizia la procedura

    15/10/2018

    Il Consiglio di Stato, Sez. III, con sent. 24 settembre 2018, n. 1542, afferma che la mancata pubblicità delle sedute di gara non costituisce una mera mancanza formale, ma una violazione sostanziale, che invalida la procedura, senza che occorra la prova di un’effettiva manipolazione della documentazione prodotta. Invero, l’obbligo di apertura delle offerte tecniche in seduta pubbli...

  • Licenziamento nel periodo di prova: non serve motivazione

    15/10/2018

    La Corte di Cassazione, con ordinanza 18 luglio 2018, n. 18268, ha ribadito che il licenziamento intimato nel corso o al termine del periodo di prova, avendo natura discrezionale, non deve essere motivato neppure in caso di contestazione in ordine alla valutazione della capacità e del comportamento professionale del lavoratore stesso. Incombe, pertanto, sul lavoratore licenziato che de...

  • Ai fini dell’usucapione non basta affermare di aver posseduto il bene per oltre venti anni.

    08/10/2018

    L’art. 1158 c.c., che definisce l’istituto dell’usucapione dei beni immobili e dei diritti reali immobiliari, prevede che “la proprietà sui beni immobili e gli altri diritti reali di godimento si acquistano in forza del possesso continuato sugli stessi per oltre vent’anni.” La Corte di Cassazione, Sez. VI-2, con sentenza 7 settembre 2018, n. 21873, ha sconfessato i...

  • L’esclusione dalla gara di appalto è legittima se fondata da ipotesi di reati contro la P.A.

    08/10/2018

    La V Sezione del Consiglio di Stato, con sentenza n. 5424/2018, ha stabilito che il concorrente indagato per gravi reati contro la Pubblica Amministrazione può essere escluso della gara qualora i fatti alla base delle indagini siano idonei a minare l’affidabilità professionale del concorrente medesimo. Ne consegue che la stazione appaltante, per procedere all’esclusione, non deve...

Ricerca

 

 

 
Click to view our video