News

 

 

  • L’esdebitazione può essere concessa se anche solo alcuni dei creditori sono stati soddisfatti

    01/05/2018

    Ai sensi dell’art. 142 della Legge Fallimentare, la persona fisica dichiarata fallita, contestualmente alla chiusura del fallimento o entro l’anno successivo, può chiedere ed ottenere la liberazione dai propri debiti residui nei confronti dei creditori concorsuali non soddisfatti (cosiddetta esdebitazione). La Corte di Cassazione, con Ordinanza n. 7550 del 27 marzo 2018, ha spiega...

  • Il termine per l’integrazione del contraddittorio è perentorio

    01/05/2018

    Con Ordinanza n. 8639 datata 8 aprile 2018, la Corte di Cassazione ha stabilito che quando il Giudice dispone l’integrazione del contraddittorio e la parte onerata non vi provvede o vi provvede solo in parte, non può essere assegnato un nuovo termine per l'integrazione. Infatti, ciò darebbe luogo alla concessione di una proroga del termine precedentemente fissato, espressamente vietata dall...

  • Entrata in vigore del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (RGPD)

    24/04/2018

    Il Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali n. 2016/679, in vigore dal 25 maggio 2018, si propone la definitiva armonizzazione della regolamentazione in materia di protezione dei dati personali all’interno dell’Unione Europea. Il Regolamento, che sostituisce il Decreto Legislativo n. 196/2003, si applica al trattamento di dati posto in essere da soggetti stabi...

  • La banca risponde dell’indebito utilizzo di un conto online da parte di terzi non autorizzati

    24/04/2018

    La Corte di Cassazione, con Ordinanza n. 9158 depositata il 12 aprile 2018, ha stabilito che, quanto alle operazioni di pagamento online, è da ricondurre nell'area del rischio professionale della banca la possibilità che i codici identificativi del proprio cliente siano utilizzati da terzi non autorizzati. La Corte ha poi precisato che il predetto rischio professionale è ev...

  • Durata fissa della pena accessoria: è necessario l’intervento del Legislatore

    17/04/2018

    Con Sentenza n. 12360 del 16 marzo 2018, la Corte di Cassazione ha dichiarato l’infondatezza della eccezione di legittimità costituzionale degli articoli 216 e 223 della Legge Fallimentare, nella parte in cui prevedono l’applicazione di una pena accessoria della durata, fissa, di dieci anni. La Corte di Cassazione ha ricordato che la Corte Costituzionale aveva già esaminato la pos...

  • Le modifiche al contratto di locazione non si estendono al contratto di sublocazione

    17/04/2018

    La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 6390 del 15 marzo 2018, ha osservato che l’art. 1595, comma 3, c.c., costruisce un rapporto di dipendenza tra il contratto di locazione ed il contratto di sublocazione, a tutela del locatore e del sub-conduttore. Pur essendo il contratto di sublocazione inevitabilmente collegato a quello di locazione, ciò non dà però luogo ad un unico rapport...

  • L’offerta anomala richiede l’accertamento della possibilità di eseguire correttamente l’appalto

    10/04/2018

    Con Sentenza n. 1609 depositata il 13 marzo 2018, il Consiglio di Stato ha affermato che, in presenza di un’offerta anomala, la Stazione appaltante deve accertare l’effettiva possibilità dell’impresa di eseguire correttamente l’appalto alle condizioni proposte. Il Giudice non può verificare la congruità dell’offerta e delle sue singole voci, ma può solo valutare il giudizi...

  • Il marchio “La Mafia se sienta a la mesa” è contrario all'ordine pubblico

    10/04/2018

    Con decisione del 3 marzo 2016, l’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale (EUIPO), su domanda della Repubblica Italiana, aveva dichiarato nullo, ai sensi dell’art. 7, par. 1, lett. f), Regolamento (UE) n. 2017/1001, il marchio “La Mafia se sienta a la mesa”, in quanto contrario all’ordine pubblico. Con Sentenza del 15 marzo 2018, il Tribunale dell’Union...

  • Concordato misto: non applicazione del pagamento del 20% dei crediti chirografari

    04/04/2018

    Il concordato preventivo cosiddetto “misto” si propone il soddisfacimento dei creditori derivante congiuntamente dalla prosecuzione dell’attività d’azienda e dalla liquidazione dei beni non funzionali. Il Tribunale di Como, con Sentenza depositata il 27 febbraio 2018, ha ritenuto che nel concordato misto oggetto del suo esame, gli elementi di continuità aziendale apparivano in...

  • Il diritto alla provvigione non viene meno se l’affare è stato concluso da terzi

    04/04/2018

    Ai sensi dell'art. 1755 del Codice civile, il mediatore ha diritto alla provvigione da ciascuna delle parti se l'affare è concluso per effetto del suo intervento. La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 6552 depositata il 16 marzo 2018, ha precisato che il diritto alla provvigione non viene meno se l'affare sia poi stato concluso da parti diverse rispetto a quelle cui era stato origin...

  • Appalti pubblici: la lunghezza delle operazioni di gara non vizia la procedura

    26/03/2018

    Il principio di continuità delle operazioni di gara può essere derogato in presenza di situazioni che impediscano l’esaurimento delle operazioni di gara in una sola seduta, sempreché, ovviamente, sia garantita la segretezza e l’integrità delle offerte. Con Sentenza n. 1335 del 5 marzo 2018, il Consiglio di Stato ha precisato che la lunghezza delle operazioni di gara, così come,...

  • La particolare tenuità del fatto non esclude la responsabilità dell’ente

    26/03/2018

    L’art. 131-bis c.p. prevede che, per determinati reati, la punibilità è esclusa quando l’offesa è di particolare tenuità. Con Sentenza n. 9072 depositata il 28 febbraio 2018, la Corte di Cassazione ha osservato che l’applicazione della particolare tenuità del fatto nei confronti della persona fisica che ha commesso il reato, non comporta l’automatica esclusione della respon...

Ricerca

 

 

 
Click to view our video