News

 

 

  • Succursale italiana di società di investimento europea: legittimi i poteri ispettivi della CONSOB

    15/01/2018

    La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 70 del 4 gennaio 2018, ha confermato che, ai sensi dell’art. 10 T.U.F. (Testo Unico della Finanza), la CONSOB è abilitata a svolgere controlli sulla succursale italiana di un’impresa di investimento di altro Stato membro. Nel caso di specie, la CONSOB aveva sanzionato (anche) la società di investimento in quanto la sua succursale italiana si...

  • Le associazioni di volontariato possono partecipare a gare d’appalto per l’affidamento di pubblici servizi

    08/01/2018

    Il TAR Campania, con Sentenza n. 5815 dell’11 dicembre 2017, ha precisato che le associazioni di volontariato possono partecipare alle gare d’appalto per l’affidamento di pubblici servizi. Ciò, a condizione che l’attività oggetto della gara sia funzionale allo scopo associativo dell’ente e compatibile con la sua disciplina statutaria. D’altro canto, la nozione comunitaria ...

  • Il legale rappresentante imputato del reato presupposto non può nominare il difensore dell'ente

    08/01/2018

    Con Sentenza n. 56427 depositata il 19 dicembre 2017, la Corte di Cassazione ha precisato che il legale rappresentante indagato o imputato del reato presupposto non può nominare il difensore dell’ente. Tale principio si ricava dall’art. 39, comma 1, Decreto Legislativo n. 231/2001, il quale prevede l’incompatibilità del legale rappresentante a rappresentare l’ente, laddove egl...

  • Raggruppamenti verticali: individuazione di prestazioni principali e secondarie

    03/01/2018

    Il Consiglio di Stato, con Sentenza n. 5772 del 7 dicembre 2017, ha precisato che il raggruppamento d’imprese di tipo verticale può essere ammesso ad un appalto di servizi o forniture, a condizione che, nel bando di gara, la Stazione appaltante abbia previamente individuato le prestazioni principali e le prestazioni secondarie. Di talché, il partecipante alla gara non può liberamen...

  • Le clausole “claims made” cosiddette pure sono valide e non vessatorie

    03/01/2018

    La Corte di Cassazione, con Ordinanza n. 27867 del 23 novembre 2017, ha precisato che le clausole claims made cosiddette pure sono tendenzialmente meritevoli di tutela in quanto comportano vantaggi e svantaggi reciproci. Infatti, da un lato, non sono coperti quei fatti che si verificano durante la vigenza del contratto, ma la cui richiesta di risarcimento interviene dopo la sca...

  • La violazione della legge antitrust interessa anche i contratti stipulati prima dell’accertamento

    20/12/2017

    Con Ordinanza n. 29810 del 12 dicembre 2017, la Corte di Cassazione ha affermato che l’accertamento della contrarietà alla Legge n. 287/1990 (cosiddetta “Legge antitrust”) di una determinata intesa, travolge tutti i contratti conclusi posteriormente all’intesa in questione, ivi compresi quelli stipulati prima del predetto accertamento. Nel caso di specie, alcune clausole di un ...

  • La sottrazione di dati aziendali, anche se non divulgati, comporta una violazione del dovere di fedeltà

    20/12/2017

    La violazione del dovere di fedeltà, previsto dall’art. 2105 del codice civile, deve ritenersi integrata anche nel caso in cui il lavoratore si limiti a sottrarre dei dati aziendali, senza poi divulgarli a terzi. Con Sentenza n. 25147 del 24 ottobre 2017, la Corte di Cassazione, esaminando il caso di un lavoratore il quale aveva trasferito sulla propria pen drive un numero r...

  • Il committente è obbligato al pagamento dei crediti dei dipendenti del suo subfornitore

    11/12/2017

    L’art. 29, comma 2, Decreto Legislativo n. 276/2003, prevede, in tema di appalto e subappalto, la responsabilità solidale in capo al committente per i trattamenti retributivi e contributivi spettanti ai dipendenti dell’appaltatore e del subappaltatore. La Corte Costituzionale è stata chiamata a pronunciarsi sulla presunta illegittimità costituzionale di tale articolo, nella misur...

  • Illegittimo l’accertamento tributario che non tenga conto del contesto in cui opera il professionista

    11/12/2017

    La Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 25929/2017, ha sancito l’illegittimità dell’accertamento tributario, basato sugli studi di settore, che non tenga nella dovuta considerazione il contesto socio-economico nel quale opera il professionista. A tal proposito, la Corte ha precisato che lo scostamento tra il reddito calcolato in base ai parametri dell’Amministrazione Finanzi...

  • La videosorveglianza sul posto di lavoro è un’intrusione nella vita privata soggetta a limiti ben precisi

    04/12/2017

    Nella Sentenza del 28 novembre 2017, la Corte europea dei diritti dell’uomo ha esaminato il caso di due professori universitari montenegrini, i quali lamentavano l’illegittimità del sistema di videosorveglianza attivato nelle aule nelle quali tenevano lezione.   La Corte ha osservato che, in generale, la videosorveglianza di un lavoratore sul posto di lavoro deve essere considerat...

  • Confronto “a coppie”: il punteggio attribuito dalla Commissione non necessita di essere motivato

    04/12/2017

    Il TAR Veneto, con la Sentenza n. 973 del 31 ottobre 2017, ha sancito il cosiddetto “principio di autosufficienza” del giudizio numerico espresso dalla Commissione, nell’ipotesi in cui l’aggiudicazione della gara d’appalto sia regolata dal metodo del confronto “a coppie”. In virtù di tale metodo, le offerte dei diversi concorrenti sono confrontate tra di loro, a due a due...

  • Detenzione di abbigliamento con marchi contraffatti: pur sussistendo il reato, la condotta può essere non punibile

    27/11/2017

    Con  Sentenza n. 48109 del 18 ottobre 2017, la Corte di Cassazione ha precisato che la detenzione per la vendita di capi di abbigliamento recanti marchio contraffatto integra il delitto di cui all’art. 474 c.p. (introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi). Scopo della predetta disposizione è la tutela dell’affidamento della collettività nei marchi e nei seg...

Ricerca

 

 

 
Click to view our video