News

 

 

  • La sottrazione di dati aziendali, anche se non divulgati, comporta una violazione del dovere di fedeltà

    20/12/2017

    La violazione del dovere di fedeltà, previsto dall’art. 2105 del codice civile, deve ritenersi integrata anche nel caso in cui il lavoratore si limiti a sottrarre dei dati aziendali, senza poi divulgarli a terzi. Con Sentenza n. 25147 del 24 ottobre 2017, la Corte di Cassazione, esaminando il caso di un lavoratore il quale aveva trasferito sulla propria pen drive un numero r...

  • Il committente è obbligato al pagamento dei crediti dei dipendenti del suo subfornitore

    11/12/2017

    L’art. 29, comma 2, Decreto Legislativo n. 276/2003, prevede, in tema di appalto e subappalto, la responsabilità solidale in capo al committente per i trattamenti retributivi e contributivi spettanti ai dipendenti dell’appaltatore e del subappaltatore. La Corte Costituzionale è stata chiamata a pronunciarsi sulla presunta illegittimità costituzionale di tale articolo, nella misur...

  • Illegittimo l’accertamento tributario che non tenga conto del contesto in cui opera il professionista

    11/12/2017

    La Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 25929/2017, ha sancito l’illegittimità dell’accertamento tributario, basato sugli studi di settore, che non tenga nella dovuta considerazione il contesto socio-economico nel quale opera il professionista. A tal proposito, la Corte ha precisato che lo scostamento tra il reddito calcolato in base ai parametri dell’Amministrazione Finanzi...

  • La videosorveglianza sul posto di lavoro è un’intrusione nella vita privata soggetta a limiti ben precisi

    04/12/2017

    Nella Sentenza del 28 novembre 2017, la Corte europea dei diritti dell’uomo ha esaminato il caso di due professori universitari montenegrini, i quali lamentavano l’illegittimità del sistema di videosorveglianza attivato nelle aule nelle quali tenevano lezione.   La Corte ha osservato che, in generale, la videosorveglianza di un lavoratore sul posto di lavoro deve essere considerat...

  • Confronto “a coppie”: il punteggio attribuito dalla Commissione non necessita di essere motivato

    04/12/2017

    Il TAR Veneto, con la Sentenza n. 973 del 31 ottobre 2017, ha sancito il cosiddetto “principio di autosufficienza” del giudizio numerico espresso dalla Commissione, nell’ipotesi in cui l’aggiudicazione della gara d’appalto sia regolata dal metodo del confronto “a coppie”. In virtù di tale metodo, le offerte dei diversi concorrenti sono confrontate tra di loro, a due a due...

  • Detenzione di abbigliamento con marchi contraffatti: pur sussistendo il reato, la condotta può essere non punibile

    27/11/2017

    Con  Sentenza n. 48109 del 18 ottobre 2017, la Corte di Cassazione ha precisato che la detenzione per la vendita di capi di abbigliamento recanti marchio contraffatto integra il delitto di cui all’art. 474 c.p. (introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi). Scopo della predetta disposizione è la tutela dell’affidamento della collettività nei marchi e nei seg...

  • La mancata allegazione del “PassOE” non determina l’esclusione dalla gara d’appalto

    27/11/2017

    Con Sentenza n. 4506 del 26 settembre 2017, il Consiglio di Stato ha statuito che la mancata allegazione del cosiddetto “Pass-Oe” (Pass Operatore Economico) da parte dell’impresa che intenda partecipare ad una gara d’appalto, non ne comporta l’esclusione.  A tal proposito, il Consiglio di Stato ha ricordato che il “PassOE” è uno strumento elettronico che persegue lo scop...

  • La sopravvenuta scadenza del DURC non determina l’esclusione dalla gara d’appalto

    20/11/2017

    Con Sentenza n. 4506 del 26 settembre 2017, il Consiglio di Stato ha statuito che non incorre nell’esclusione dalla gara d’appalto il concorrente che abbia presentato un DURC che era valido al momento del deposito presso la Stazione appaltante, ma che sia poi scaduto prima dello spirare del termine per la presentazione delle offerte. In una tale ipotesi, il Consiglio di Stato ha pre...

  • Prodotti alimentari: reintrodotto l’obbligo di indicare lo stabilimento di produzione

    20/11/2017

    Il recente Decreto Legislativo n. 145/2017 ha reintrodotto l’obbligo di indicare, sull’etichetta o sulla confezione di un bene alimentare destinato al consumatore finale, lo stabilimento di produzione, o, se diverso, di confezionamento, del bene stesso. Tale obbligo, già introdotto dal Decreto Legislativo n. 109/1992, era stato di fatto superato dall’adozione del Regolamento euro...

  • Cessione d’azienda: valutazione unitaria, ai fini fiscali, di più atti di cessione di beni

    13/11/2017

    Con Ordinanza n. 21767/2017, la Corte di Cassazione ha preso in esame un caso in cui, a seguito di una cessione d’azienda, le merci della cedente erano state separatamente e successivamente acquistate dalla cessionaria. La Suprema Corte ha ribadito il proprio orientamento secondo cui, ai fini dell’imposizione fiscale, assume preminente rilievo l’operazione economica complessivamen...

  • Cessione d’azienda: chiarimenti sulla responsabilità del cessionario per debiti verso il Fisco

    13/11/2017

    In una cessione d’azienda, il cessionario può essere chiamato a rispondere, in regime di solidarietà passiva, dei debiti relativi a violazioni fiscali commesse dal cedente.   Per tutelarsi, il cessionario può richiedere all’amministrazione finanziaria l’emissione del certificato dei “carichi pendenti”; egli viene liberato se il certificato è negativo o se è tardivamente...

  • Riforma della legge fallimentare: la nuova procedura di allerta

    08/11/2017

    Una delle novità più interessanti della riforma fallimentare appena approvata (Legge Delega 19.10.2017, n. 155) è rappresentata dalla nuova “procedura di allerta”, alla quale il Governo dovrà dare attuazione nei prossimi mesi. È una procedura che, auspicabilmente, favorirà l'emersione anticipata della crisi e lo svolgimento di trattative tra debitore e creditori. Agli ...

Ricerca

 

 

 
Click to view our video